Paesaggio a Imbersago

Morlotti Ennio

Paesaggio a Imbersago

Descrizione

Identificazione: Paesaggio

Autore: Morlotti Ennio (1910/ 1992)

Cronologia: 1957

Tipologia: pittura

Materia e tecnica: tela/ pittura a olio

Misure: 77,5 cm x 71 cm

Notizie storico-critiche: Morlotti espose nel 1946 un primo piccolo nucleo di paesaggi, intitolati "Dossi", in cui manifestava il profondo confronto con il tema del mondo naturale caratteristico della pittura di Morlotti tra il quinto e il sesto decennio del secolo. Nel 1951 inaugura un nuovo modo di vedere la natura tra astrattismo e osservazione della realtà che troverà il suo compimento in occasione della XXVII Biennale veneziana del 1954: da questo momento fino al 1960 si immerge totalmente nella natura utilizzando una ricca materia cromatica stesa con pennello e spatola e dà corpo a ciò che lui stesso definisce il "sentimento dell'organico". A questa fase, a cui appartiene il dipinto in oggetto, risalgono importanti cicli di opere, dedicati al tema dei fiori, delle bagnanti e soprattutto del fiume Adda a Imbersago, dove Morlotti visse e lavorò a fasi alterne tra il 1955 e il 1965. A parte il riferimento alla linea dell'orizzonte che sovrasta la vegetazione, che rimane l'unico ancoraggio all'osservazione iniziale, per il resto il pittore penetra nei particolari delle foglie, dei fili d'erba e nella vita che si svolge dentro la natura, il "lato organico" appunto. Dopo il 1960 l'autore sostituisce l'immersione nella natura con un osservazione riportata fuori della rappresentazione e il paesaggio torna ad assumere gradualmente nettezza di contorni.

Collocazione

Bergamo (BG), GAMeC - Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea

Credits

Compilazione: Civai, Alessandra (2012)

Aggiornamento: Trichies, Silvia (1999); Civai, Alessandra (2006); Muzzin, Silvia (2006); Civai, Alessandra (2014)

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)