Sfondacarene - sfondacarene - Industria, manifattura, artigianato

Tursini Luigi

Sfondacarene - sfondacarene - Industria, manifattura, artigianato

Descrizione

Il congegno Ŕ costituito da una piccola ma possente molla di ferro a forma di U e da tre viti.

Funzione: Il modello rappresenta una delle armi destinate a far affondare le navi nemiche spaccando con un violento strappo un'asse di legno della carena.

Modalità d'uso: Una delle tre estremitÓ fissata rigidamente su di un'asse della carena. L'altro estremo, che pu˛ flettersi, viene avvitato alla terza asse, mentre una seconda vite posta al centro della molla, e destinata a dare a questa la forza strappante, viene avvitata nella seconda asse della carena, asse che subirÓ successivamente lo strappo. Se l'attrezzo, dopo essere stato caricato mediante la vite centrale viene liberato dal fermo, la forza di ritorno della molla, agendo bruscamente sulla seconda vite, provocherÓ lo sfondamento della carena.

Autore: Tursini Luigi (progettista) (notizie sec. XX)

Ambito culturale: manifattura italiana

Datazione: 1952 - 1953

Materia e tecnica: legno; ferro

Categoria: industria, manifattura, artigianato

Misure: 103 cm x 58 cm x 65 cm

Peso: 5 kg

Collezione: Collezione di modelli storici leonardeschi

Collocazione

Milano (MI), Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia "Leonardo da Vinci"

Riferimenti bibliografici

Scienza Tecnica "Scienza e Tecnica di Leonardo : Artiglieria-Genio-Marina-Aeronautica", Roma 1952, pp. 92-93

Leonardo da Vinci "I Manoscritti dell'Institut de France. Il Manoscritto B", Firenze 1990

Credits

Compilazione: Giorgione, Claudio (2007)

Aggiornamento: Iannone, Vincenzo (2011); Bertelli, Simone (2018)

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)

NOTA BENE: qualsiasi richiesta di consultazione, informazioni, ricerche, studi (nonché documentazione fotografica in alta risoluzione) relativa ai beni culturali di interesse descritti in Lombardia Beni Culturali deve essere inoltrata direttamente ai soggetti pubblici o privati che li detengono e/o gestiscono (soggetto o istituto di conservazione).