L'entrata degli animali nell'Arca

Castiglione Giovan Benedetto detto Grechetto

L'entrata degli animali nell'Arca

Descrizione

Identificazione: Noè e gli animali entrano nell'arca

Autore: Castiglione Giovan Benedetto detto Grechetto (1609/ 1663-1665), incisore / inventore

Cronologia: ca. 1650 - ca. 1655

Oggetto: stampa smarginata

Soggetto: sacro

Materia e tecnica: acquaforte

Misure: 399 mm x 202 mm (Parte incisa)

Notizie storico-critiche: Come si legge in Bellini P. (1982, pp. 162-164 n. 61) il soggetto di questa incisione è stato trattato dal Grechetto anche in tre dipinti (di cui uno conservato a Genova, Accademia Ligustica, uno nella medesima città in collezione privata ed uno a Weston, Coll. Bradford); sono inoltre noti tre disegni con soggetto molto simile (uno conservato ad Oxford, Ashmolean Museum, New York, Manning Collection, e Parigi, presso il Cabinet des dessins del Louvre, inv. 9444). Secondo A. Percy questa incisione è databile 1650-1655 pe l'uso denso e controllato del chiaroscuro di origine rembrandtiana. Dal punto di vista compositivo, si ritrova in questa incisione una caratteristica frequente nel Grechetto: egli lascia lo spunto biblico in secondo piano per privilegiare gli animali ed il paesaggio trattati con abbondanza di dettagli.

Collocazione

Bergamo (BG), Accademia Carrara. Gabinetto Disegni e Stampe

Credits

Compilazione: Scorsetti, Monica (2006)

NOTA BENE: qualsiasi richiesta di consultazione, informazioni, ricerche, studi (nonché documentazione fotografica in alta risoluzione) relativa ai beni culturali di interesse descritti in Lombardia Beni Culturali deve essere inoltrata direttamente ai soggetti pubblici o privati che li detengono e/o gestiscono (soggetto o istituto di conservazione).