Santuario della Beata Vergine del Carmelo - complesso

Montevecchia (LC)

Indirizzo: Largo Gaetana Agnesi (Fuori dal centro abitato, in posizione dominante) - Piazza - Ghisalba, Montevecchia (LC)

Tipologia generale: architettura religiosa e rituale

Tipologia specifica: chiesa

Configurazione strutturale: Il complesso Ŕ formato dal corpo principale della chiesa disposto in posizione sopraelevata sulla sommitÓ del colle ed affaciato sulla scalinata di accesso con un elegante pronao a volte sostenute da quattro colonne in granito; essa Ŕ affiancata a sud dalla casa canonica disposta su due livelli e a nord da un corpo minore che include la cappella della confraternita, che costituisce un vero e proprio oratorio e la sacrestia. La chiesa Ŕ a navata unica, di cinque campate rettangolari coperte da volte a crociera, con archi a tre centri. Anche il presbiterio si presenta con volta a crociera a pianta quadrata; mentre l'abside Ŕ semicircolare ad arco ribassato. All'interno dell'aula due cappelle laterali poste una in fronte all'altra prima del presbiterio, una minore ex battistero entrando a sinistra. All'esterno a fianco dell'ingresso Ŕ inglobata una cappella dei morti. Il campaniletto posto sul fianco destro della chiesa emerge con due livelli sopra la copertura della canonica.

Epoca di costruzione: sec. XVI - sec. XVII

Descrizione

La chiesa, situata in una splendida posizione panoramica su un colle sovrastante l'abitato di Montevecchia, Ŕ raggiungibile alla sommitÓ di un'erta scalinata. E' affiancata, a destra, dalla ex-canonica (oggi adattata a Casa Incontri), disposta su due livelli, e, a sinistra, da un corpo minore comprendente l'oratorio della Confraternita e la sacrestia. La facciata della chiesa Ŕ a capanna, anticipata da un elegante pronao su colonne in granito; l'interno Ŕ a una sola navata con tre cappelle laterali (due sul lato sinistro, intitolate a S. Antonio di Padova e a S. Bernardo, e la terza, sull'altro lato, dedicata a S. Giovanni Battista), presbiterio e abside semicircolare.

Notizie storiche

L'edificio di culto Ŕ citato alla fine del XIII secolo. In seguito ai danni subiti per un incendio esso venne ricostruito, forse sulle rovine della precedente chiesetta, tra il XVI e il XVII secolo. L'originaria pala con la "Decollazione del Battista" (1554-1556 circa) di Bernardino Campi, ora conservata presso il Museo Diocesano di Milano (di cui si vede una copia nella cappella destra) Ŕ una delle pi¨ significative testimonianze pittoriche riconducibili a quel periodo. La chiesa era allora intitolata a S. Giovanni Decollato e aveva come compatrona la B. Vergine del Carmelo. Il succedersi delle fasi costruttive della struttura edilizia Ŕ rivelato dalle date "1636" e "1717", che si leggono, rispettivamente, sull'intonaco di un vano situato sotto il pavimento centrale del Santuario e all'ingresso dell'ex-canonica. Al XVII secolo risale la seconda cappella sinistra, con la relativa decorazione ad affresco dedicata a S. Antonio di Padova, come suggerisce la data "1697" iscritta sulla balaustra, peraltro contrassegnata dallo stemma della famiglia Brivio. Un'intensa fase decorativa interess˛ la chiesa nel XVIII secolo come attestano gli affreschi del monzese Giovanni Battista Garibaldi, che firm˛ nel 1778 la "Caduta della manna" su una parete del presbiterio. Allo stesso pittore si possono attribuire anche i dipinti murali della cappelle di S. Bernardo e di S. Giovanni Battista, i due grandi riquadri affrescati sulle pareti della navata, raffiguranti l'"Adorazione dei Pastori" e la "Crocifissione di Ges¨", e un affresco sulla volta dell'oratorio della Confraternita.

Uso attuale: chiesa: chiesa; ex canonica: foresteria

Uso storico: intero bene: chiesa

Condizione giuridica: proprietÓ Ente religioso cattolico

Accessibilità: Il Santuario è raggiungibile solo a piedi tramite una lunga scalinata che dal nucleo di Montevecchia sale sulla sommità del colle.

Credits

Compilatore: Piefermi, Antonio (2006)

Funzionario responsabile: Zucchetti, Clotilde

Compilazione testi: Virgilio, Giovanna

Responsabile scientifico testi: Casarin, Cristina

Fotografie: Giudici, Giuseppe; Piefermi, Antonio

Ultima modifica scheda: 27/01/2017

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)