Fascera

montagna bresciana, bottega di falegname

Fascera

Descrizione

Ambito culturale: montagna bresciana, bottega di falegname, Lombardia

Cronologia: sec. XX prima metā

Categoria: attivitā agro-silvo-pastorali

Tipologia: fascera

Materia e tecnica: legno (taglio, curvatura, intaglio, foratura)

Misure: 12 cm x Ø 43 cm

Descrizione: Manufatto di forma cilindrica costituito da una lamina lignea, curva ed elastica. L'estremitā anteriore č sporgente
e in essa sono praticati dei fori, entro cui č stata inserita la corda di trazione, avvolta attorno alla superficie.

Notizie storico-critiche: P. Scheuermeier (1980, vol. I, pp. 44-45) riferisce che i piccoli formaggi teneri, la cui diffusione non era molto frequente, venivano modellati entro fascette di legno, poste sulla spersola o all'interno di un piatto. Il formaggio fresco, avvolto nella tela, veniva messo in forma e pressato entro un cerchio ligneo sottile ed elastico, quasi sempre di faggio, appoggiato su una spersola e stretto da una corda. La compressione veniva effettuata ponendo sulla pasta un'asse pesante su cui erano posti dei pesi, e stringendo la corda. L'autore aggiunge che soltanto mediante il cerchio allargabile venivano foggiate le grandi forme destinate al dettaglio. Il metodo era diffuso nelle malghe alpine e nei caseifici della pianura padana.
Fonte di documentazione: 3

Collocazione

Montichiari (BS), Museo Demologico Giacomo Bergomi

Credits

Compilatore: Capra, Michela (2010)

Funzionario responsabile: Pezzoli, Gianpietro

Ultima modifica scheda: 21/03/2013

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)