Sei in: HomeIstituzioni storiche


parrocchia di San Lorenzo1650 - [1989]

Parrocchia della diocesi di Tortona. Fino al 1817, cioč fino alla ricostituzione della diocesi di Tortona avvenuta in data 20 novembre 1817, come stabilito dalla bolla "Beati Petri" di Pio VII del 17 luglio 1817 (Goggi 1946), appartenne alla diocesi di Piacenza. Secondo quanto si desume dagli atti della visita pastorale compiuta dal vescovo Cristiani nel 1761, la parrocchia di San Lorenzo era inclusa nel vicariato di Casteggio e contava anime 300 di cui anime da comunione 170 (Visite Cristiani 1748-1765).
Nel 1820 la parrocchia di San Lorenzo contava famiglie 100 circa, persone 900 circa di cui anime da comunione 300 circa, cresimati 813 circa. La parrocchia riceveva un annuo assegno del tesoro regio di franchi 500. La chiesa parrocchiale di San Lorenzo fu benedetta nel 1802 dal prevosto di Calcababbio ed era di iuspatronato delle sorelle Candiani di Pavia (Stato diocesi di Tortona, 1820).
Nel 1843, anno del sinodo diocesano convocato da monsignor Negri, la parrocchia di San Lorenzo risultava appartenere al vicariato foraneo di Argine, incluso nel quarto distretto o regione della diocesi, facente capo a un vicario del vescovo (Sinodo Negri 1843). Negli atti della prima visita pastorale compiuta da monsignor Igino Bandi nel 1891, la parrocchia di Rea appariva ancora inclusa nel vicariato foraneo di Argine e contava anime 1316 (Visita Bandi 1891). Negli atti del sinodo diocesano convocato nel 1898 dal vescovo Igino Bandi, la parrocchia di Rea figura compresa nel vicariato XIV di Argine, incluso nella regione III di Broni (Sinodo Bandi 1898). Negli anni 1974-1975 e nel 1989, la parrocchia di San Lorenzo era attribuita al vicariato di Bressana Bottarone, nella zona pastorale di Casteggio (Annuario diocesi Tortona 1974-1975; Annuario diocesi Tortona 1989).

ultima modifica: 03/03/2004

[ Caterina Antonioni ]

Link risorsa: http://www.lombardiabeniculturali.it/istituzioni/schede/9100096/