Registro n. 11 precedente | 1317 di 1770 | successivo

1317. Francesco Sforza al capitano del divieto dell'Oltrepo pavese 1453 aprile 16 Milano

Francesco Sforza ordina al capitano del divieto dell'Oltrepo pavese di rimettere in libertÓ, previa garanzia di stare a quanto deciderÓ il podestÓ di Pavia sulla loro controversia, quegli uomini di Riva che furono, a istanza di Germanino de Ferrari, fatti prigioneri per ordine di Gracino da Piscarolo dei Maestri delle entrate.

Capitaneo nostro devetus Papiensis ultra Padum.
Volemo che tuti queli homini dala Riva, quali ay destenuti ad instantia de Germanino de Ferari de comandamento de Gracino da Pischarolo deli nostri Maestri del'intrate, gli relaxi libere, receuta prima idonea segurtade e cautione che starano a rasone denante al potestÓ nostro de Pavia, quale havimo comessa la differentia vertente fra loro, non attente alcune lettere emanate hac in re. Data Mediolani, die xvi aprilis MCCCCLIII.