Registro n. 11 precedente | 379 di 1770 | successivo

379. Francesco Sforza al referendario di Pavia 1453 gennaio 4 Milano

Francesco Sforza chiede al referendario di Pavia di informarlo con sollecitudine e compiutamente di come realmente andarono le cose a proposito di quanto narrato nella supplica di Giacomo Landolfi, precedentemente giudice locale delle strade, e di Giacomo de Barateriis, allora suo cancelliere.

[ 93v] Referendario nostro Papie.
Visis expositis in supplicatione introserta Iacobi de Landulfis, olim iudicis stratarum Papie, et Iacobi de Barateriis, tunc eius canzelarii, mandamus vobis et conmitimus quatenus de iis, de quibus in dicta supplicatione habetur mentio, certum enitamini et, prout rem se in facto habere noveritis, nobis immediate renuntietis. Mediolani, iiii ianuarii MCCCCLIII.