Registro n. 11 precedente | 64 di 1770 | successivo

64. Francesco Sforza a Matteo de Tabernis 1452 marzo 27 Milano

Francesco Sforza scrive a Matteo de Tabernis (Taverna?), ufficiale ducale sopra il sale a Piacenza, di indagare se gli uomini della villa di Misano e di Tranquiano del distretto di Piacenza sono, come essi contestano, gravati oltre il dovuto della tassa del sale; non si tiene infatti conto che parecchi degli abitanti del posto hanno definitivamente abbandonato detta localitÓ.

Matheo de Tabernis, officiali nostro super sale in Placentia.
Intelliges ex supplicatione presentibus inclusa querimoniam quam faciunt homines ville de Misano et Tranquiano districtus Placentini, ex eo quod ex taxa salis nimium gravantur cum quam plures ex hominibus solitis ibi habitare et extimatis cum eis se totaliter absentaverint, scribimus tibi et committimus quatenus de expositis diligenter informeri studeas ac provideas prout conveniens dignoveris quod ultra debitum gravari non veniant. Data Mediolani, die xxvii martii MCCCCLsecundo.