Registro n. 2 precedente | 940 di 1791 | successivo

940. Francesco Sforza al vicario del podestā di Cremona 1450 novembre 22 Milano

Francesco Sforza comanda al vicario del podestā di Cremona di lasciare per il momento in pace Luigi Todesco per la roba di Antonio Boleto.

Vicario potestati Cremone (1).
Volimo non debiati dare impazo, molestia alcuna ad Aluisio Todesco per lo facto dela roba de Antonio Boleto finché ve scrivaremo altro in contrario. Mediolani, xxii novembris 1450.
Cichus.


(1) Il podestā di Cremona menzionato č Alberto Marliani (cfr. SANTORO, Gli uffici, p. 408).