Simboli di buon augurio

scuola di Asakusa

Simboli di buon augurio

Descrizione

Identificazione: SIMBOLI

Ambito culturale: scuola di Asakusa

Cronologia: ca. 1875 - ca. 1899

Tipologia: scultura

Materia e tecnica: avorio marino tinto; avorio marino dipinto

Misure: 38 mm. x 10 mm.

Descrizione: Netsuke di tipo ryusa-manju raffigurante su un lato alcuni simboli beneauguranti, tra i quali una svastica (manji), una losanga chiusa, un pipistrello, due gioielli sacri (tama), di cui uno fiammeggiante (hoju no tama), uno scettro ju-i e un corno di rinoceronte; l'altro lato č invece intagliato con una grande corolla stilizzata a sei petali.

Notizie storico-critiche: Si tratta di un manufatto realizzato quasi sicuramente nell'ultimo quarto del XIX secolo, molto probabilmente a Tokyo, forse nell'area del quartiere di Asakusa. Nonostante, infatti, non sia intagliato nel corno di cervo, materiale prediletto da Kokusai e dagli artisti attivi in quella zona, questo ryusa manju mostra molte caratteristiche assimilabili con gli elementi pių peculiari dell'arte di questa scuola tokyoita.

Collezione: Collezione di netsuke di Giacinto Ubaldo Lanfranchi del Museo Poldi Pezzoli

Collocazione

Milano (MI), Museo Poldi Pezzoli

Credits

Compilatore: Morena, Francesco (2008)

Funzionario responsabile: Di Lorenzo, Andrea

Ultima modifica scheda: 28/05/2019

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)