Angeli telamoni

Brembilla, Francesco (e aiuti); Porta, Geronimo (e aiuti)

Angeli telamoni

Descrizione

Autore: Brembilla, Francesco (e aiuti) (notizie 1578-1593); Porta, Geronimo (e aiuti) (notizie 1603-1604)

Cronologia: ca. 1578 - ca. 1585

Tipologia: pertinenze decorative

Materia e tecnica: stucco/ doratura/ modellatura/ pittura

Misure: 320 cm x 25 cm x 400 cm

Descrizione: Ancona in stucco formata da cornice complessa a più elementi dipinti a sottili motivi geometrici dorati; due angeli telamoni reggono le colonne laterali sormontate da capitelli; trabeazione decorata con motivi a girali; sopra l'architrave, due elementi ricurvi di timpano spezzato con angioletti reggenti festoni di frutta racchiudono il busto di un Santo.

Notizie storico-critiche: L'ancona fu realizzata dallo stuccatore milanese Francesco Brembilla indicativamente tra il 1578, anno in cui è attestata la sua presenza in basilica, e il 1585, anno in cui i lavori della cappella risultano conclusi e Lorenzo Porta comincia a decorarne le volte a crociera (Cortesi Bosco, in "I pittori bergamaschi...Il Seicento", vol. II, p. 94, nota 6). Al centro è collocata l'opera "Cristo e la gloria di Ognissanti" (num. foto 752) che Antonio Boselli dipinse nel 1514.
Negli stessi anni il Brembilla realizzò l'ancona della cappella di San Giovanni nella navatella a sinistra del presbiterio (num. foto 762).

Collocazione

Bergamo (BG), Basilica di S. Maria Maggiore

Credits

Compilatore: Civai, Alessandra (2011); Fracassetti, Lisa (2011)

Funzionario responsabile: Castelli, Cinzia

Ultima modifica scheda: 20/02/2014

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)