Canonica della Collegiata

Castiglione Olona (VA)

Indirizzo: Via Cardinal Branda - Castiglione Olona (VA)

Tipologia generale: architettura religiosa e rituale

Tipologia specifica: canonica

Configurazione strutturale: La canonica, innestata perpendicolarmente alla Collegiata, Ŕ composta da un corpo di fabbrica a due piani fuori terra con un piano seminterrato affacciato verso est. L'edificio, che ha subito molti rimaneggiamenti, ha un impianto longitudinale sviluppato lungo l'asse nord-sud. I prospetti sono intonacati e sono caratterizzati da semplici aperture prive di cornice. Lungo il fronte ovest si notano un orologio dipinto e due stemmi lapidei: uno Ŕ riferibile ad Aurelio Castiglioni, l'altro rappresenta gli stemmi delle famiglie Castiglioni, Trivulzio e Borbone. Alcuni ambienti del piano terra, in cui si conservano soffitti lignei, sono stati recentemente adibiti a spazio museale

Epoca di costruzione: 1425 - 1435

Uso attuale: piano terra: museo

Uso storico: intero bene: canonica

Condizione giuridica: proprietÓ Ente religioso cattolico

Accessibilità:

Riferimenti bibliografici

Barili A., Castiglione Olona: note storiche, Varese 1929

Barili A., Castiglione Olona e Masolino da Panicale, Milano 1938

Cazzani E., Castiglione Olona nella storia e nell'arte, Milano 1966

Pianazza A./ Bertolotti P., Il complesso della Collegiata di Castiglione Olona tra passato, presente e futuro, Gavirate 1988

Colombo S., Conoscere Castiglione Olona, Varese 1995

Rovetta A., Storia dell'arte a Varese e nel suo territorio, I grandi cantieri architettonici rinascimentali tra cultura umanistica e nuove forme devozionali, Varese 2011, 1, pp. 326-355

Credits

Compilazione: Leoni, Marco (2013)

Fotografie: Leoni, Marco

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)

NOTA BENE: qualsiasi richiesta di consultazione, informazioni, ricerche, studi (nonché documentazione fotografica in alta risoluzione) relativa ai beni culturali di interesse descritti in Lombardia Beni Culturali deve essere inoltrata direttamente ai soggetti pubblici o privati che li detengono e/o gestiscono (soggetto o istituto di conservazione).