Grand Hotel et de Milan

Milano (MI)

Indirizzo: Via Manzoni 29 - Milano (MI)

Tipologia generale: architettura per la residenza, il terziario e i servizi

Tipologia specifica: albergo

Configurazione strutturale: L'edificio eclettico fu realizzato con elementi decorativi, soprattutto in facciata, del repertorio neogotico, secondo la moda inglese del momento. Alla fine del secolo XIX fu tra gli alberghi più frequentato dai diplomatici e dalle persone d'affari perchè servito di servizi postali e telegrafici. Aveva persino un appartamento reale. Negli anni '30 del Novecento era dotato dei più moderni impianti e servizi e negli anni '70 ospitò set fotografici e sfilate di moda. Divenuto famoso per aver ospitato, nei suoi soggiorni milanesi, il compositore Giuseppe Verdi, dal 1872 fino alla sua morte nel 1901 e per essere stata sede, nel 1902, della prima incisione su un disco a matrice piatta per voce del tenore Caruso. Negli anni '20 vide la presenza della pittrice Tamara de Lempicka, negli anni '50 della cantante lirica Maria Callas, negli anni '70 del flautista Severino Gazzelloni o di De Sica o Richard Burton.

Epoca di costruzione: 1863 - 1879

Autori: Pizzala, Andrea, progetto; Muzio, Giovanni, restauro

Uso attuale: intero bene: albergo

Uso storico: intero bene: albergo

Condizione giuridica: proprietà privata

Percorsi tematici:

Credits

Compilatore: Ribaudo, Robert (2011)

Ultima modifica scheda: 14/10/2016

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)