Patti di Roma. Benito Mussolini e il "poglavnik" croato Ante Pavelic fanno il saluto fascista uscendo dalla stazione Ostiense.

Patellani, Federico

Patti di Roma. Benito Mussolini e il "poglavnik" croato Ante Pavelic fanno il saluto fascista uscendo dalla stazione Ostiense.

Descrizione

Autore: Patellani, Federico (1911/ 1977), fotografo principale

Luogo e data della ripresa: Roma (RM), Italia, 18/05/1941

Materia/tecnica: gelatina bromuro d'argento/pellicola in rullo negativa (nitrato)

Misure: 135 mm (24 x 36 mm)

Note: Nell'aprile 1941 scoppia il conflitto con la Jugoslavia. Crollata nel giro di poche settimane, l'Italia stipula con il nuovo stato indipendente di Croazia e con il suo "poglavnik" Ante Pavelic i Patti di Roma (18.05.1941) grazie ai quali si annette Sebenico, Spalato, Cattaro e le principali isole dalmate costituendo il Governatorato della Dalmazia. Ante Pavelic era il capo del partito ustascia, da lui fondato il 7 gennaio 1929, che si prefiggeva programmaticamente l'eliminazione dei Serbi; trov˛ rifugio in Italia dove Mussolini gli assicur˛ denaro e protezione per le sue attivitÓ terroristiche, con l'appoggio del capo della polizia segreta Ercole Conti e del Ministro di Polizia Bocchini.

Collocazione: Cinisello Balsamo (MI), Museo di Fotografia Contemporanea, fondo Archivio Federico Patellani, PR. 447/FT. 29A

Classificazione

Genere: reportage

Soggetto: riti civili; guerra; militare; politica

Credits

Compilatore: Prina, Francesca (2003)

Funzionario responsabile: Sciotto, Pietro

Ultima modifica scheda: 19/07/2011

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)