Registro n. 11 precedente | 1058 di 1770 | successivo

1058. Francesco Sforza a Giovanni d'Arezzo 1453 marzo 14 Milano

Francesco Sforza, accertato quanto denunciato dal milanese Ambrogio Mirabili, ordina a Giovanni d'Arezzo, giudice dei malefici di Milano, di procedere contro i nominati padre e figlio in conformitą al diritto e a quanto recitano gli statuti di Milano.

Domino Iohanni de Aretio, iudici malleficiorum Mediolani.
Facille per inclusam supplicationem intelligitis querellam, quam nobis fecit Ambrosius de Mirabiliis, civis noster Mediolani. Quare non intendamus similia malificia evadere impunita, mandamus vobis et volumus quatenus, si narrata vera sunt, contra dictos patrem et filium, iuxa iuris et statutorum communis nostri Mediolani formam, procedatis et super in contentis ibidem iusticiam ne quispiam sua de malitia glorietur. Data Mediolani, ut supra.