Registro n. 11 precedente | 1165 di 1770 | successivo

1165. Francesco Sforza a Teseo da Spoleto e al referendario di Piacenza 1453 marzo 31 Milano

Francesco Sforza ordina a Teseo da Spoleto, commissario sopra gli alloggiamenti dei cavalli nel Piacentino, e al referendario di Piacenza che, vista la supplica di Marco da Parma, aulico ducale, provvedano che i de Vertuanis paghino secondo il solito e il dovuto , gli oneri occorrenti a Zene. Gli facciano sapere se vi sono novitÓ contro detto comune.

[ 243v] Theseo de Spoleto, comissario super alogiamentis equorum in Placentino, ac refferendario nostro Placentie.
Dedit nobis egregius miles dominus Marchus de Parma, aulicus noster perdilectus, supplicationem his insertam, cuius continentia inspecta, mandamus vobis et volumus quatenus, sumpta de narratis informacione opportuna, provideatis expedienter quod memorati de Vertuanis onera occurentia in dicto loco Zene, iuxta solitum et debitum, pro eorum portionibus sustineant, ne pro ipsis dictum comune gravatum existat, quod satis inconveniens et iniquum videretur. Et si qua contra pretactum comune attenta esset indebita novitas, eam faciatis libere revocari. Mediolani, ultimo martii MCCCCLIII.