Registro n. 11 precedente | 400 di 1770 | successivo

400. Francesco Sforza al luogotenente di Piacenza 1453 gennaio 7 Milano

Francesco Sforza comunica al luogotenente di Piacenza di avere, su istanza del lodigiano Rainaldo Lodula, scritto nei d passati a Giacomo de Codemustis per certi denari chiedendogli di fargli sapere se avesse da obiettare. Di fronte alla mancanza di risposta da parte del Codemustis, lo incarica, sentite le parti, di rendere giustizia con procedura sommaria in modo che il caso abbia una fine e il supplicante ottenga quanto gli dovuto.

Locuntenenti nostro Placentie.
Diebus preteritis ad instanciam Raynaldi Lodule, Laudensis, conquerentis de domino Iacobo de Codemustis occaxione certorum denariorum, prout informabimini, scripsimus pretacto domino Iacobo et supplicationem per Raynaldum, nobis contra eum porectam in nostris inclusam, sibi missimus ut nobis rescriberet causas quas in oppositum adducere volebat quare supplicata per ipsum Raynaldum concedi non deberent. Et quia ab eo domino Iacobo nichil habuimus contra supplicata ut quisque sibi debitum assequatur, comitimus vobis et volumus quatenus, partibus habitis, in re huiusmodi ius faciatis summarie et expeditius taliter quod, ullo absque litigio et temporis dillatione, res hec finem recipiat et supplicans debitum reportet suum. Mediolani, vii ianuariii MCCCCLIII.