Registro n. 2 precedente | 890 di 1791 | successivo

890. Francesco Sforza al Regolatore e ai Maestri delle entrate 1450 novembre 17 Milano

Francesco Sforza vuole che i Maestri delle entrate restituiscano a Bassano Dossi, tesoriero di Lodi, 100 ducati da lui precedentemente prestati al duca.

Regulatori et Magistris intratarum.
L'anno passato, essendo noy ad Calcho, Bassano de Dosso, nostro thesaurero de Lode, ne subvenne de ducati cento d'oro venitiani, quali exburs˛ ad Cecho, nostro secretario, como vederete per littere sottoscripte de nostra propria mano. Et perchÚ dicti danari furono spesi per esso Cecho de nostro ordine et commandamento al tempo dela guerra, siamo contenti e volimo li facciati boni ad esso Bassano, como se contene in dicte littere sottoseripte de nostra mano, et li mettati ad conto nostro per spesa consumata. Mediolani, die xvii novembris 1450.
Iohannes de Ulesis.


(1) La carica Ŕ segnalata da SANTORO (Gli uffici, p. 393) dal 1451 gennaio 1 con Martino Cordeti: Bassano Dossi non compare tra gli ufficiali elencati.