Ritratto di Federica Cristina Mylius Schauss

Hayez Francesco

Ritratto di Federica Cristina Mylius Schauss

Descrizione

Autore: Hayez Francesco (1791/ 1882), esecutore

Cronologia: 1828 - 1829

Tipologia: pittura

Materia e tecnica: tavola/ pittura a olio

Misure: 58 cm x 74 cm

Notizie storico-critiche: Prima commissione del banchiere, commerciante e mecenate Enrico Mylius al pittore Francesco Hayez, la tela ritrae la moglie Federica Cristina Schnauss, sposata a Weimar nel 1799 e madre dell'unico figlio, Giulio Napoleone, morto all'età di soli trent'anni (1800-1830).
Pittrice dilettante e donna di eccellente cultura - tra le cui frequentazioni e amicizie si annoverano nomi del calibro di Schiller, Herder, Wieland e Goethe -, Hayez ritrae la donna frontalmente a sottolineare il ruolo e l'importanza assunta dalla stessa nel contesto famigliare e sociale.
Tutto giocato sui toni essenziali del nero, del blu e del bianco, anche in questa tela emerge la maestria del pittore nel ritrarre con assoluta fedeltà il volto dei ritrattati, qui reso con pennellate compatte e dettagliate e inserito in una stesura più fluida e ampia delle vesti e dei pizzi.

Il dipinto è stato riprodotto in una litografia di Hayez, pubblicata da Vassalli nel 1829.
Una copia di poco posteriore si trova attualmente nella darsena di Villa Vigoni, accanto a un "Ritratto di Enrico Mylius" eseguito da Giovanni Servi.

Collocazione

Menaggio, (CO)

Credits

Compilatore: Tamanini, Francesca (2015)

Funzionario responsabile: Meda Riquier, G.

Ultima modifica scheda: 03/11/2020

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)