Capsula per la fissazione dell'anidride carbonica

SocietÓ Anonima Bergomi - (Milano)

Capsula per la fissazione dell'anidride carbonica

Descrizione

L'oggetto Ŕ costituito da un contenitore in lamina metallica a sezione ellittica, chiuso superiormente da un tappo ancora sigillato. All'interno del materiale solido incoerente. Un'etichetta in carta ricopre la metÓ della superficie: "Capsula per il fissaggio dell'anidride carbonica. Da conservare chiusa ed in luogo asciutto. Le capsule nuove, se scosse, devono far sentire che il materiale internamente si muove. Il riscaldamento della capsula durante l'uso ne indica il buon funzionamento. Durata: un'ora a lavoro medio. Data di caricamento: luglio 1937 - anno XV. Peso Kg: 1.460". L'oggetto Ŕ una componente dell'"autoprotettore modello SCM37", brevetto Spasciani (Milano): si tratta di un dispositivo di autoprotezione di uso militare, costituito da diverse parti: la capsula e una piccola bombola sono applicate su una piastra e collegate tra loro con giunzioni a tubi e rubinetti; la piastra si indossa sulle spalle come uno zaino; alla capsula si fissa un innesto (a vite) che si prolunga in un tubo terminante in una maschera facciale completa; un manometro, portato davanti, permette il controllo della pressione del dispositivo

Funzione: Intervenire negli incendi o in altre situazioni in cui l'aria respirata non pu˛ provenire dall'ambiente

Autore: SocietÓ Anonima Bergomi - (Milano)

Ambito culturale: produzione industriale

Datazione: post 1937 - ante

Materia e tecnica: ferro; carta

Misure: 14 cm x 7 cm x 20 cm

Collezione: Macchine e strumenti tessili del Museo Didattico della Seta di Como

Collocazione

Como (CO), Museo Didattico della Seta

Credits

Compilatore: Bianchi, Carlotta (2002); Masciadri, Diego (2002)

Funzionario responsabile: Orsenigo, Giovanni

Ultima modifica scheda: 17/10/2014

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)