Adorazione dei Magi

Robetta Cristofano; Lippi Filippino

Adorazione dei Magi

Descrizione

Autore: Robetta Cristofano (1462 ca./ 1534 post), incisore; Lippi Filippino (1457 ca./ 1504), inventore

Cronologia: ca. 1498

Oggetto: stampa smarginata

Soggetto: sacro

Materia e tecnica: bulino

Misure: 271 mm x 296 mm (parte incisa)

Notizie storico-critiche: Sono poche le notizie relative alla vita di Cristofano Robetta, nato a Firenze nel 1462, divenuto orafo intorno al 1498 e ancora in vita nel 1535. Si conoscono molte sue incisioni, che trattano i soggetti più svariati, da quelli di carattere religioso fino alle allegorie dell'amore ed ai temi di natura erotica. Questa stampa, per le anatomie delle figure piuttosto incerte, viene considerata opera del periodo iniziale. Essa è un chiaro esempio dell'abilità dell'incisore di riprendere temi da più fonti e riversarli su un'unica lastra. L'idea generale deriva dall'"Adorazione dei Magi" di Filippino Lippi, tavola commissionata dal monastero di S. Donato agli Scoperti. L'incisione è in controparte rispetto alla tavola e si differenzia soltanto per il paesaggio sullo sfondo che Bellini (1973, p. 35) considera derivato dall'"Adorazione dei Magi" di Perugino conservata a Verona, mentre Levenson (in Levenson J.A./ Oberhuber K./ Sheenan J.L., 1973, p. 296 n. 118) vi scorge l'influsso di Dürer per la presenza degli angeli che cantano al di sopra della Sacra Famiglia; è evidente l'influsso di Schongauer nel cappello sopra la firma che ritorna identico nella sua "Adorazione dei Magi".

Collezione: Fondo Calcografico Antico e Moderno della Fondazione Biblioteca Morcelli-Pinacoteca Repossi

Collocazione

Chiari (BS), Pinacoteca Repossi

Credits

Compilatore: Brambilla, Lia (2003); Scorsetti, Monica (2003)

Funzionario responsabile: Belotti, Ione

Ultima modifica scheda: 19/01/2020

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)