La sepoltura di Cristo

Mantegna Andrea

La sepoltura di Cristo

Descrizione

Identificazione: Deposizione di Cristo nel sepolcro

Autore: Mantegna Andrea (1431/ 1506), inventore / incisore

Cronologia: ca. 1470 - ca. 1480

Oggetto: stampa smarginata

Soggetto: sacro

Materia e tecnica: bulino

Misure: 446 mm. x 304 mm. (Parte incisa)

Notizie storico-critiche: Le incisioni di Mantegna godettero di larga fortuna in Italia e all'estero. In pochi anni egli si cimentò nella difficile realizzazione di stampe tramite la sperimentazione del bulino, della puntasecca oppure dei due mezzi insieme, per ottenere effetti tonali diversificati. Rimane aperto il dibattito se le poche incisioni a lui attribuibili (sette) siano state eseguite dall'artista stesso, oppure da incisori professionisti che lavoravano a diretto contatto con lui, eseguendo stampe tratte dai suoi disegni. Nessuna delle incisioni del Mantegna è datata ed è difficile stabilire una cronologia precisa. La Sepoltura di Cristo, uno dei capolavori della grafica del Quattrocento, è considerata tra le prime opere. A partire da questa incisione si possono notare quelle caratteristiche tecniche che vennero in seguito perfezionate, come l'uso di segni che crescono in intensità a partire da un tratto sottile per arrivare ad uno più profondo riscontrabili nel volto della Vergine, oppure linee parallele di spessori differenti per rendere gli effetti chiaroscurali nella veste della Maddalena, o ancora linee di contorno ben visibili intorno al viso di San Giovanni.

Collezione: Fondo Calcografico Antico e Moderno della Fondazione Biblioteca Morcelli-Pinacoteca Repossi

Collocazione

Chiari (BS), Pinacoteca Repossi

Credits

Compilatore: Brambilla, Lia (2003); Scorsetti, Monica (2003)

Funzionario responsabile: Belotti, Ione

Ultima modifica scheda: 28/05/2019

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)