Villa Borromeo - complesso

Vimercate (MB)

Indirizzo: Via Piave, 12,14 (nel centro edificato storico perimetrato al 1993) - Vimercate (MB)

Tipologia generale: architettura per la residenza, il terziario e i servizi

Tipologia specifica: villa

Configurazione strutturale: Villa Borromeo inserita in un parco privato ha volumetria semplice, a blocco unico rettangolare di due piani fuori terra, sormontato da una altana nella parte sud. L'impianto regolare e sobrio è vivacizzato da alcuni interventi decorativi sulle pareti esterne come le cornici delle finestre e l'imponente stemma dipinto della famiglia Borromeo. La regolare sequenza di aperture è esaltata dall'ampio finestrato del piano terreno, corrispondente alla sala principale. L'ingresso, sul lato nord, è coperto da un piccolo portico con volta a corciera. L'interno, molto modificato nel corso del XX secolo, presenta ancora diversi frammenti decorativi a tema vegetale e geometrico nei soffitti voltati a padiglione con unghiature e nelle sovraporte.

Epoca di costruzione: fine sec. XVII

Comprende

Descrizione

Villa Borromeo ha volumetria semplice, a blocco unico rettangolare di due piani fuori terra, sormontato da una altana nella parte meridionale. L'impianto regolare e sobrio è vivacizzato da alcuni interventi decorativi sulle pareti esterne: le cornici delle finestre e l'imponente stemma dipinto della famiglia Borromeo. La regolare sequenza di aperture è esaltata dall'ampio finestrato del piano terreno, corrispondente alla sala principale. Le aperture realizzate sul giardino, non simmetriche rispetto al volume dell'edificio, corrispondono all'attuale distribuzione degli spazi interni, modificata nella risistemazione ottocentesca. I segni di gusto eclettico sono ben visibili, per esempio, nella tettoia in ferro battuto e vetro che copre uno degli accessi al giardino e nelle cornici a doppio arco che inquadrano le finestre che aprono il salone principale sullo spazio esterno. Di fattura più antica invece sono alcune decorazioni pittoriche a finta cornice sulle finestre. Tutti gli accessi al giardino sono segnati da un gradino in pietra leggermente stondato. L'ingresso, sul lato settentrionale, è coperto da un piccolo portico con volta a crociera. Di fronte all'ingresso si trova un piccolo edificio ad uso rurale (ora adibito a deposito di attrezzi), a pianta quadrata, su due piani. Il piano terreno è coperto da nove volte a crociera sorrette da colonnine. L'interno, notevolmente trasformato nel XX secolo, presenta numerosi frammenti decorativi a disegno geometrico e a tema vegetale riscontrabili nelle sovrapporte e nei soffitti voltati a padiglione con unghiature.

Notizie storiche

La villa risale alla fine del Cinquecento e subì alcune significative risistemazioni nel XVII e XVIII secolo. Nei decenni successivi la villa non ha subito particolari interventi di modificazione, ad eccezione di alcune aggiunte decorative di gusto eclettico neorococò e della ridistribuzione degli spazi interni, avvenute in pieno Ottocento.
L'aderenza dell'attuale struttura architettonica all'impianto originario sei-settecentesco trova ampia testimonianza anche nell'analisi degli antichi disegni catastali, fondamentali testimonianze iconografiche.
Nel corso dei secoli è stato ampiamente trasformato anche il parco annesso alla villa che oggi, unitamente al contiguo giardino di Villa Gallarati Scotti, costituisce una significativa area verde al centro del paese. Come ha giustamente osservato Angelo Marchesi, nel suo volume dedicato a Vimercate, l'originario impianto all'italiana del giardino della villa, caratterizzato da parterre geometrici e assi alberati prospettici, è stato in gran parte trasformato nel XIX secolo. A questo periodo, infatti, risale la scelta della famiglia Borromeo di effettuare delle permute di proprietà terriere con la famiglia Gallarati Scotti, consentendo la riprogettazione del giardino secondo un gusto tipicamente all'inglese.

Uso attuale: intero bene: abitazione

Uso storico: intero bene: abitazione

Condizione giuridica: proprietà privata

Accessibilità: In auto da Milano:
Seguire le indicazioni per Lecco/Tangenziale Nord/Tangenziale Est/Usmate Velate/Venezia/A52/A4/A51/E64/E70 ed entra in A51/Tangenziale Est
Prendere l'uscita 19-Vimercate Sud verso Via Bergamo/SP2

Da Milano: Dalle stazioni Fs di Porta Garibaldi e Centrale, treni in direzione Carnate, Bergamo o Lecco (sempre via Carnate). Scendere alla stazione Fs di Arcore. Da lì, la linea Z319 o Z320
MM2 (metropolitana linea 2 verde) fino al capolinea di Cologno Nord. Da lì, autobus NET linea Z322 (Cologno Nord - Trezzo sull'Adda) o Z323 (Cologno Nord - Vimercate).

Da Lecco: Treni Fs in direzione Milano. Scendere alla stazione Fs di Arcore. Da lì, la linea Z319 o Z320

Da Bergamo e da Brescia: Treni Fs in direzione Milano, via Carnate. Scendere alla stazione Fs di Arcore. Da lì, la linea Z319 o Z320

Da Monza e da altre località: consultare il sito www.trasporti.regione.lombardia.it
Per orari e mappe dei percorsi consultare il sito www.nordesttrasporti.it

Percorsi tematici:

Credits

Compilatore: Gibelli, Silvia (1993)

Compilazione testi: Vicini, Emanuele

Responsabile scientifico testi: Zanzottera, Ferdinando

Fotografie: Bresil, Roberto; Vicini, Emanuele

Ultima modifica scheda: 14/10/2016

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)