Basilica di S. Vittore

Varese (VA)

Indirizzo: Piazza San Vittore (Nel centro abitato, isolato) - Varese (VA)

Tipologia generale: architettura religiosa e rituale

Tipologia specifica: chiesa

Configurazione strutturale: D'impianto a croce latina, la basilica è stata modificata nel corso dei secoli, con ampliamenti e trasformazioni, in epoca barocca e neoclassica, della struttura di epoca medievale. Fu, infatti, fu modificata la struttura delle navate, venne edificato il tiburio in stile barocco e si diede avvio al rifacimento della facciata, progettata da Leopoldo Pollack

Epoca di costruzione: sec. XVI - sec. XVIII

Autori: Pellegrini, Pellegrino, progetto; Bernasconi, Giuseppe, ampliamento; Pollack, Leopoldo, rifacimento

Descrizione

La Basilica di S. Vittore, affacciata sull'omonima piazza, presenta un fronte a salienti di stile Neoclassico, disegnata da Leopoldo Pollack e realizzata tra il 1788 ed il 1791; il portale principale è formato da un arco a tutto sesto sorretto da due colonne ioniche, incassato in una rigorosa struttura ritmata da una massiccia trabeazione. L'edificio, a tre navate, ospita numerose opere d'arte di primissimo livello: nelle cappelle laterali si possono ammirare capolavori del Seicento lombardo, di maestri quali il Cerano, Francesco Cairo, il Morazzone, Carlo Francesco Nuvolone. Sulla volta della navata centrale tre affreschi sono opera di G.B. Zari, cui si devono anche i quattro Profeti Maggiori sui pennacchi e gli Apostoli ed gli Evangelisti realizzati sulla cupola. Nel mezzo della basilica il magnifico tiburio ottagonale, progettato da Giuseppe Bernasconi, è stato realizzato tra il 1589 e il 1625: la presenza delle numerose finestre che vi si affacciano permette di illuminare sufficientemente tutto il transetto. La basilica si conclude con un presbiterio chiuso da un'abside poligonale sulle cui pareti si possono ammirare numerosi dipinti. Questo ospita l'altare maggiore realizzato dai fratelli Buzzi di Viggù composto da diversi marmi di varie tonalità. In posizione anteriore troviamo invece l'altare composto interamente in marmo bianco dall'artista Bodini

Notizie storiche

La Basilica di San Vittore rappresenta il centro religioso di Varese, collocata nel cuore cittadino dove un tempo sorgeva l'antico borgo medioevale. La basilica è frutto di modifiche e stratificazioni stilistiche che si sono sovrapposte nel tempo: la realizzazione di un presbiterio costruito nella prima metà del XVI secolo e il rifacimento dell'aula principale, con la creazione di un corpo a tre navate, sostituì la precedente chiesa. Un'ulteriore aggiunta fu la realizzazione del tiburio, costruito tra il 1589 e il 1625 da Giuseppe Bernasconi, considerato il più grande architetto varesino seicentesco; in ultimo si modificò la facciata che diede all'edificio un portamento Neoclassico. Uscendo dalla basilica, staccata dal corpo di fabbrica, troviamo l'imponente torre campanaria progettata da Bernasconi, ma terminata dai fratelli Baroffio, costruita tra il 1585 e il 1774.

Uso attuale: intero bene: chiesa

Uso storico: intero bene: chiesa

Condizione giuridica: proprietà Ente religioso cattolico

Credits

Compilatore: Bertoni, Emanuela (2005)

Funzionario responsabile: Gaspari, G.

Compilazione testi: Caspani, Pietro

Responsabile scientifico testi: Zanzottera, Ferdinando

Fotografie: Caspani, Pietro

Ultima modifica scheda: 27/01/2017

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)