Luogotenenza delle province lombarde (1849 novembre 3 - 1859 giugno 8)

Altre denominazioni:
Luogotenenza lombarda
Luogotenenza delle provincie lombarde

Sede: Milano

Tipologia ente: preunitari

Condizione giuridica: pubblico

Progetto: Archivio di Stato di Milano: Anagrafe degli archivi (guida on-line)

Dopo gli sconvolgimenti del 1848, la riorganizzazione del Regno lombardo veneto in seno all'Impero port˛ all'istituzione, con circolare ministeriale del 3 novembre 1849, della Luogotenenza lombarda e di quella veneta. Le loro attribuzioni furono precisate con ordinanza 31 dicembre 1850 (ordinanza 31 dic 1850) e ordinanza 30 marzo 1856 (ordinanza 30 mar 1856).
Il consiglio di luogotenenza era presieduto dal luogotenente generale del Regno e composto da "consiglieri di luogotenenza", posti a capo di dieci dipartimenti, ognuno dei quali con competenze specifiche in un ramo particolare dell'amministrazione. La Luogotenenza deliberava collegialmente per tutti gli affari relativi al contenzioso amministrativo e negli affari politici e amministrativi di maggiore importanza, mentre ogni consigliere decideva individualmente per gli affari di propria competenza.
Tuttavia, sebbene molte materie furono nominalmente rimesse alla decisione luogotenenziale, il rigoroso accentramento politico e amministrativo delle province italiane con il resto dell'Impero, deciso dopo il 1849, riserv˛ all'esclusiva deliberazione luogotenenziale solo gli affari relativi ai lavori pubblici, alla pubblica istruzione e agli archivi (Civita, profilo "Luogotenenza lombarda (1849 - 1859)", risorsa Internet verificata il 01/09/2005).

Bibliografia
- CIVITA = PROGETTO CIVITA, Le istituzioni storiche del territorio lombardo - scheda descrittiva ad vocem

Fonti
- ordinanza 30 marzo 1856, "Ordinanza del Ministro dell'interno 30 marzo1856 riguardante la sistemazione e le attribuzioni d'ufficio delle luogotenenze nel Regno lombardo veneto" (= ordinanza 30 mar 1856)
- ordinanza 31 dicembre 1850 (= ordinanza 31 dic 1850)

Compilatori
prima redazione: Bernini Daniela, archivista (1999/01/26)
rielaborazione: Regina Marina, archivista (2005)