1. I regali degli emigranti. Un percorso d’arte tra chiese e musei: da Palermo e da Napoli

 

Una presenza significativa all’interno del patrimonio artistico dell’arco alpino e prealpino sono i donativi di opere d’arte mandate alle chiese d’origine da coloro che abbandonavano la patria per trasferirsi nei principali centri italiani ed europei alla ricerca di nuove o più vantaggiose opportunità professionali.

Erano persone intraprendenti e coraggiose, unite dalla medesima avventura migratoria, tant’è che nei luoghi in cui si trasferivano usavano aggregarsi in ‘compagnie’ e ‘fratellanze’ aventi soprattutto una finalità di mutuo soccorso. Le compagnie erano quasi sempre dedicate a un santo, a una santa o a una particolare devozione e talora erano gemellate con le confraternite dei paesi d’origine.

Non solo, queste scolae mantenevano saldo il legame con la patria e sentivano forte il desiderio di omaggiarla con offerte di denaro o con l’invio di dipinti, statue, oreficerie e paramenti spesso di grande qualità. Sono così giunti in aree periferiche opere di notevole valore artistico, cariche di implicazioni storiche, sociali e religiose, nonché capaci di veicolare particolari devozioni e iconografie, creando connessioni inaspettate tra realtà lontane.

Una pluralità di studi e di iniziative sulle “rimesse degli emigranti” ha già messo a fuoco la complessità di questo fenomeno, prendendo in considerazione singoli episodi o determinate aree geografiche.

Palermo e Napoli, in quanto grandi città portuali del meridione italiano, furono per secoli mete privilegiate dell’emigrazione dalla Valchiavenna, dalla Valtellina e soprattutto dall’Alto Lario. Di conseguenza, sono numerose le opere d’arte pervenute da sud alle chiese e agli oratori presenti in questi territori.

I prossimi approfondimenti riguarderanno alcune chiese e musei del Sistema Museale della Diocesi di Como, dove un sorprendente patrimonio di arte e di fede ci proietterà anche a Roma, a Livorno, a Genova, a Venezia e poi, oltre le Alpi, fino a Vienna e a Praga.

Ultimo aggiornamento: 5 gennaio 2021 [cm]