Muri della città

Appena trasferitosi a Milano, tra il 1956 e il 1961, Hammacher esercita il suo sguardo strutturato dal linguaggio della grafica razionalista sui muri della città, coperti dagli innovativi cartelloni pubblicitari d’autore, da scritte, da insegne. Ne risultano alcune serie di immagini da cui l’autore elaborò anche composizioni grafiche destinate alle copertine della rivista “Domus”.